RSS

Archivi tag: eventi

Flash mob in rosso … Contro il femminicidio

Flash mob in rosso … Contro il femminicidio

Questa sera Piazza Carlo Alberto sarà il teatro di un flash mob. Dal tema molto importante e a me caro.
Un evento in rosso, per sole donne, per essere unite contro il femminicidio, sia nel senso letterale e brutale del termine, sia nelle sue forme più sottili e difficili da cogliere, che spesso le donne sono costrette a subire nella vita di tutti i giorni.
Alle ore 19:30 ritrovo in piazza Carlo Alberto a Torino, il più possibile vestite e colorate di rosso e con una luce a disposizione…
… Sul sito wikieventi pagina di Torino, in giornata verranno pubblicate notizie e istruzioni più dettagliate, comprese le parole di una canzone da cantare insieme…
… L’evento vede al suo fianco improntanti istituzioni, quale il Circolo dei Lettori di via Bogino, Torino Spiritualità, l’orchestra dei ragazzi per la pace e anche la federazione italiana di Sessuologia Scientifica.
Circa il Circolo dei Lettori, dalle 21:00, inizierà una conferenza su tale argomento, alla ricerca anche di citazioni di film, romanzi e canzoni che spesso, forse inconsciamente (e spero non sia volontario), promuovono una visione distorta e sminuita del sesso femminile.

Mi raccomando ragazze partecipate in tantissime
IMG_0190-0.PNG

IMG_0191-0.PNG

Annunci
 

Tag: , , , , , , , , , ,

Da … TORINO è CASA MIA

Sarà anche la solita foto ... ma non puoi dire di aver visitato Torino se non sei passato almeno una volta dal monte dei Cappuccini  a fotografare la Cartolina di Torino.

Sarà anche la solita foto … ma non puoi dire di aver visitato Torino se non sei passato almeno una volta dal monte dei Cappuccini a fotografare la Cartolina di Torino.

Ecco il ricordo del mio Primo giorno a Torino, ecco il mio primo ricordo di Torino ….

Appena sono arrivata a Torino, non è stato così immediato ambientarmi. La città mi è sembrata subito fantastica, ma non era ancora …casa.

Sia che si viva in un paese di 20 abitanti, sia si abiti in una metropoli, l’importante è sentirsi a casa.

Ogni luogo per essere casa deve avere dei posti speciali. Mi ricordo durante gli anni universitari che di casa mia adoravo i gradini che portano al cancelletto d’ingresso, al mattino erano il posto ideale per studiare in giardino al silenzio e al sole dell’Estate. Il profumo di minestra che saliva dalla casa dei nonni, sempre puntuale alle sette di sera. C’era poi il faggio, l’ultimo a mettere le foglie, ma anche l’ultimo a perderle … a Novembre i suoi rami pieni di foglie rosse erano ancora sfiorabili dalla finestra di camera e coloravano la nebbia autunnale. Conosco a memoria le pietre del passo carraio, i modi in cui si incastravano formando disegni, da piccola poi erano il luogo ideale per inventare percorsi e giochi … L’acero rosso e l’immagine del mio cagnone sotto che si rinfresca … il sole sul tappeto della camera dei miei alla sera, la stanza più luminosa di casa … l’armadio alto fino al soffitto e pieno di segni di nastro adesivo dei mille fogli, disegni, poster appesi negli anni … il rumore del citofono (sottolineo rumore) …  la radio accesa a tutto volume in bagno per un attimo di relax … quando ci torno è come se nulla fosse cambiato, ogni angolo mi dice che quella è casa ed è in grado di raccontarmi una storia …

Così ho deciso che anche Torino avrebbe avuto gli stessi angoli, gli stessi colori, profumi, barucci, negozietti, panchine, orari, parchi, biciclette, abitudini … che avrei sempre riconosciuto e che mi avrebbero fatto dire “Torino è casa mia” (cit).

Questo blog non ha nessuna pretesa, nessuno scopo pubblicitario, non vuole essere un racconto o un diario … vuole solo essere un dipinto di tutti quei luoghi, eventi, orari, persone, monumenti, alberi … che con il tempo hanno reso, rendono e renderanno ogni angolo di Torino famigliare!

Chissà che non aiuti anche altri a sentirsi a casa…

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 21/10/2013 in Uncategorized

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , ,