RSS

Archivi categoria: Uncategorized

Life is Strange Episode 1: Chrysalis

Torino è anche … una sera con la PlayStation.
Questo è un titolo che prossimamente giocherò…anche solo per la colonna sonora che è stupenda!!!!

Io Gioco

A volte un bel gioco si trova dopo giorni e giorni a spulciare siti specializzati e classifiche dopate.
A volte invece si cazzeggia sul Playstation Store e ci si trova attratti da un titolo e dalla sua descrizione.

View original post 397 altre parole

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 18/02/2015 in Uncategorized

 

Il rientro è … SECONDA DOMENICA DI SETTEMBRE al GRAN BALON

Il rientro è … SECONDA DOMENICA DI SETTEMBRE al GRAN BALON

Ok, ammetto di essere in estremo ritardo con questo post, … ma visto che questa domenica si svolgerà il Gran Balon, non potevo scegliere momento migliore per postarlo.

Il rientro dalle ferie e la ripresa dei normali ritmi (forse anche più del solito) è da sempre uno dei momenti più difficili dell’anno, soprattutto quando di ferie non se ne sono fatte tante (anzi pochissime) e l’estate non è stata certo tropicale.

Primo trucco per sopportare il rientro: rinnovare la casa … e … quello che sta all’interno dei mobili.

Troppo semplice e banale fare un giro in un normale negozio di casalinghi.

Il posto ideale per passare una domenica “creativa” è il Gran Balon … cos’è … (poi vi darò le informazioni “turistiche”) …

Dove eravamo rimasti … Balon è … mille oggetti, 200 bancarelle, antiquari, mobili che profumano di storia, macchine fotografiche d’epoca, strumenti musicali, è … non essere realmente a Torino. Le vie del quartiere Aurora dove si svolge il Balon sembrano in alcuni punti vicoli di vecchi borghi, con le case di ringhiera e i balconi traboccanti di fiori colorati a cascata … è … profumo di tradizione culinaria, è un buon calice di vino, i bocconcini di pollo, la spallata di salsiccia, la crema allo zabaione, è pranzo al SaporeDiVino è … scoprire che vorresti solo vestirti Anni 70 … è riscoprire gli oggetti e le abitudini dei nonni e dei bisnonni tra le bancarelle (e magari scappa anche la lacrima al ricordo) … è … ritrovare amici per le vie del mercato e pranzare insieme … condividere il tavolo con altri ragazzi e scoprire nuovi mondi e quanto è piacevole chiacchierare … è poesie lette ad alta voce da un balcone … è l’ora della merenda con la musica … è incontrare personaggi buffi eclettici … è contrattare ad una bancarella … è …

Bè il Gran Balon è tutto quello che si vuole!

Per me è un’occasione di curiosare, salutare vecchi amici, scoprire e passare una giornata in un’altra dimensione…la prima volta che ci sono stata era un momento particolare del 2013…e nonostante facesse freddo, fossi triste e ci fosse  nebbia, il benessere dei colori, la musica e la compagnia mi hanno regalato un benessere che non potrò mai dimenticare.

Passiamo però adesso alla descrizione ufficiale, vi metto il link della pagina ufficiale dei commercianti del Gran Balon e quello del ristorante “SaporeDiVino”:

http://www.balon.it/Gran-Balon/page_12.html

http://www.sapordivino.net

Un consiglio, andateci spesso, la merce cambia in continuazione, alcune volte è solo piacevole fare una passeggiata e curiosare, altre volte vorreste avere un intero carrello per trascinarvi a casa le mille cose che vorreste assolutamente comprare. (Prossimamente i miei acquisti).

images-1 images-2 images Unknown

 

Tag: , , , , , , , , , , , , ,

Oggi veramente Torino a naso in su…

Oggi veramente Torino a naso in su…

Naso in su…e…guardare la neve scendere…uno spettacolo! Attività proposte: passeggiare passeggiare e passeggiare per i numerosi parchi di Torino. Non posso negare che il mio sogno sarebbe riuscire a fare qualche ora di sci di fondo al Valentino, lungo Po, che meraviglia. Ma lo vedo improbabile…dovrebbe nevicare tantissimo e possibilmente nel weekend così non andrei a sciare di notte dopo il lavoro 🙂 Ricordo ancora quando nel 2012 Torino si è quasi bloccata per un giorno intero, per una super nevicata, … Al mattino mi ero già organizzata per andare al lavoro con una borsa di macchine fotografiche e stivali da neve…alle 16:30 sono scappata e sono stata due intere ore al Valentino a fare foto, nel completo silenzio (eravamo 2 fotografi e un cagnolino in tutto il parco), spero di riuscire anche quest’anno. Era veramente surreale!D700-20 D700-22 D700-30 D700-34 D700-36

 

Tag: , , , , , , , , ,

Celo Celo Manca

Io Gioco

Mentre pigramente attraverso il terzo (sì, terzo) playthrough di Dragon Age Inquisition, mi sono trovato ancor più pigramente a guardare sulla sezione giochi dell’Apple Store e ho notato l’alto numero di card-games, i giochi di carte di combattimento. E mi sono chiesto: qual è la vostra storia?
Non è storia, è preistoria: le figurine (da qui il titolo del post, se non l’avevate capito).

View original post 373 altre parole

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 04/02/2015 in Uncategorized

 

Passione … MUFFIN

torino-cake-shop

el Pan d'na volta

muffin

Sono mesi che sono assente da questo blog, un sacco di impegni extra …uffi…ma in questi mesi ho raccolto migliaia di posti ed eventi di cui vorrei parlarvi.

L’altra sera pensavo che a Torino mi sento veramente a casa anche perché…finalmente sono riusciate a portare le mie passioni (e crearmene delle nuove) in questa città e in questa casa, trovando nuovi punti di riferimento!!!

Da cosa iniziare?

Ma sicuramente dai MUFFIIIIIIIN

Citando Wikipedia

Un muffin è un dolce simile ad un plum cake, di forma rotonda con la cima a calotta semisferica senza glassa di rivestimento.

Alcune varietà, come i “cornbread muffins”, sono salate. Si possono preparare con ripieno di mirtillicioccolatocetriolilamponecannellazuccanoce,limonebananaaranciapescafragolamandorle e carote. In genere esistono dei muffin che si tengono in un palmo della mano e si consumano in un sol boccone. I muffin sono prodotti di uso specialmente nel Regno Unito. La parola muffin viene citata per la prima volta in Inghilterra nel 1703 con la scrittura “moofin“. Qualcuno vuole derivato il termine dal francese mouflet, che significa soffice inteso come il pane, altri vogliono far derivare la parola dal tedesco muffen che significa piccole torte perché all’origine si trattava di piccole torte[1]…. http://it.wikipedia.org/wiki/Muffin

La prima volta che mi sono cimentata è stato per Capodanno del 2012, salati con ripieno di pomodori formaggio e zucchine…BUONIIIIIII…

Ma non si può mai dire di aver cucinato dei Muffin se non ci si è cimentati nei MUFFIN dolci.

La ricetta base presenta mille varianti, su cui aggiungere altrettante varianti di ripieno e di guarnizioni…la mia preferita è quella a base di latte (Giallo Zafferano Insegna): 200 gr di burro, 300 gr di zucchero, 600 gr di farina, 1 bustina di lievito, 4 uova intere, 200 cc di latte tiepido, un po’ di vaniglia, un pizzico di sale e di bicarbonato … e il gioco è fatto. 25 min a 180° nel forno ventilato… pronti da mangiare (non vi sto a dire che li sto cucinando adesso…oggi in mezzo all’impasto ho messo un pezzettino di cioccolato al latte…così si scioglie durante la cottura…esperimento).

Ma torniamo a Torino, dove è possibile gustare con il palato e con gli occhi squisiti Muffin e la loro variante Cupcake (di fatto torte in tazza, impasto tipico della torta classica, cotto nello stampo del muffin, lievitando meno e pronto per essere decorato da fantasiose glasse)???

Muffin semplici (classico con zucchero filato, cioccolato o canditi e con impasto al cioccolato) si possono trovare in una delle panetterie migliori di Torino: http://www.elpandnavolta.it/argomenti/punti-vendita EL PAN D’NA VOLTA. A differenza della maggior parte dei negozi di alimentari a catena, queste panetterie sparse per Torino e per il Piemonte mantengono un livello di qualità eccezionale (non mancherà un post dedicato solo a loro) e i muffin rispecchiano questa qualità.

Un ottimo pranzo genuino e biologico o una bevanda al pomeriggio accompagnati da un Muffin si possono trovare da EXKY (“Naturale, Fresco e Pronto.”), anche per questo non mancherà un post dedicato. Il mio preferito è situato in una traversa di Via Roma, proprio all’angolo con Via Cavour. Pausa pranzo genuina e gustosa assicurata. Anche qui per lo più Muffin classici, ma buonissimi.

Nel passeggiare per Torino, non può non essere nominato BUSTERS COFFEE, la versione Italiana e Piemontesissima del più famoso Starbucks. Un caffè americano con latte e caramello caldi, da gustare nelle apposite confezioni da passeggio, i giorni prima di Natale, tra le bancarelle e la Pista da pattinaggio di Piazza Carlo Alberto, non ha prezzo…oltre a scaldare dagli inverni gelidi Torinesi. Anche qui, in settimana, non il sabato (a meno che non vogliate intraprendere un duello all’ultimo Caffè per raggiungere la cassa e sedersi), si gustano delle colazioni squisite ed elaborate e degli ottimi Muffin e cupcake. http://www.busterscoffee.it BUSTERS COFFEE

Ma se vogliamo parlare della REGINA delle TORTE, dei MUFFIN e dei CUPCAKE, non possiamo non parlare di  Dear Wendy Sweets di Bosca Elena. Un negozio che è una delizia per gli occhi e per il palato, ci si immerge in un ambiente curato e raffinato, quasi fiabesco, i colori sono solo pastello, dominano infatti rosa, azzurro, verde acqua, giallo, nonchè fiori, perline, cioccolatini, … gira quasi la testa … anche per il profumo che si sprigiona appena si apre quella piccola porta su Via Mazzini. Le glasse e le spume sono sublimi, si sciolgono immediatamente appena assaggiate, gli impasti sono morbidi, le decorazioni impeccabili. Un passaggio prima di tornare a casa dopo il lavoro garantisce un dopo cena indimenticabile. Non solo la qualità dei prodotti, ma anche la cortesia e l’ambientazione rendono subito piacevole l’ingresso in questo negozio di Via Mazzini, una delle vie di Torino a me più cara, per il susseguirsi di negozi nuovi, antichi, francamente anni sessanta, da madame, da fricchettoni ecc … via via fino ad arrivare al PO. Oltre ad essere gestito da una famosa e preparata pasticciera, DEAR WENDY offre anche sevizio di prenotazione torte e … CORSI DI PASTICCERIAAAAAAA! Non vedo l’ora di avere il tempo di frequentarne uno. http://www.dearwendy.it DEAR WENDY

Nel frattempo i miei MUFFIN sono pronti … come sempre li trovo un po’ asciutti rispetto a quelli che ho provato nei luoghi che vi ho elencato, mannaggia, ma devo dire che come gusto sono impeccabili … non mancheranno domani a colazione con il latte.

Buona settimana a tutti, … dolce settimana a Torino!

 

Tag: , , , , , , , , , , , , ,

PARATISSIMA 2013

Paratissima … WOW…

Dopo tanti giorni che non sentivo una mia carissima amica, oggi decidiamo di passare un pomeriggio insieme … è la settimana di Artissima ed Artò qui a Torino, il Centro storico, oltre alla sede ufficiale di Lingotto, è pieno di opere d’arte ed artisti … la città è un tripudio di idee, musica e colori. Read the rest of this entry »

 

Da … TORINO è CASA MIA

Sarà anche la solita foto ... ma non puoi dire di aver visitato Torino se non sei passato almeno una volta dal monte dei Cappuccini  a fotografare la Cartolina di Torino.

Sarà anche la solita foto … ma non puoi dire di aver visitato Torino se non sei passato almeno una volta dal monte dei Cappuccini a fotografare la Cartolina di Torino.

Ecco il ricordo del mio Primo giorno a Torino, ecco il mio primo ricordo di Torino ….

Appena sono arrivata a Torino, non è stato così immediato ambientarmi. La città mi è sembrata subito fantastica, ma non era ancora …casa.

Sia che si viva in un paese di 20 abitanti, sia si abiti in una metropoli, l’importante è sentirsi a casa.

Ogni luogo per essere casa deve avere dei posti speciali. Mi ricordo durante gli anni universitari che di casa mia adoravo i gradini che portano al cancelletto d’ingresso, al mattino erano il posto ideale per studiare in giardino al silenzio e al sole dell’Estate. Il profumo di minestra che saliva dalla casa dei nonni, sempre puntuale alle sette di sera. C’era poi il faggio, l’ultimo a mettere le foglie, ma anche l’ultimo a perderle … a Novembre i suoi rami pieni di foglie rosse erano ancora sfiorabili dalla finestra di camera e coloravano la nebbia autunnale. Conosco a memoria le pietre del passo carraio, i modi in cui si incastravano formando disegni, da piccola poi erano il luogo ideale per inventare percorsi e giochi … L’acero rosso e l’immagine del mio cagnone sotto che si rinfresca … il sole sul tappeto della camera dei miei alla sera, la stanza più luminosa di casa … l’armadio alto fino al soffitto e pieno di segni di nastro adesivo dei mille fogli, disegni, poster appesi negli anni … il rumore del citofono (sottolineo rumore) …  la radio accesa a tutto volume in bagno per un attimo di relax … quando ci torno è come se nulla fosse cambiato, ogni angolo mi dice che quella è casa ed è in grado di raccontarmi una storia …

Così ho deciso che anche Torino avrebbe avuto gli stessi angoli, gli stessi colori, profumi, barucci, negozietti, panchine, orari, parchi, biciclette, abitudini … che avrei sempre riconosciuto e che mi avrebbero fatto dire “Torino è casa mia” (cit).

Questo blog non ha nessuna pretesa, nessuno scopo pubblicitario, non vuole essere un racconto o un diario … vuole solo essere un dipinto di tutti quei luoghi, eventi, orari, persone, monumenti, alberi … che con il tempo hanno reso, rendono e renderanno ogni angolo di Torino famigliare!

Chissà che non aiuti anche altri a sentirsi a casa…

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 21/10/2013 in Uncategorized

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , ,